di seguito viene pubblicato il COMUNICATO ALLA POPOLAZIONE per informarla della situazione COVID-19.

Comunicato alla popolazione del 30.03.2020

Il responsabile del servizio Com.te Polizia Municipale Cap. Galli Roberto, informa la cittadinanza tutta che con  l'ordinanza n°6 del 26.03.2020 si cristallizza la situazione parcheggi al 31/03/2020 (rimangono liberi e inalterati compresa piazza bus al porto), ZTL (quella del porto vale dal 1/4 al 30/9 ma non sarà attivata) e fermate Bus rimangono come sono. Alla fine dell'emergenza, o con una nuova ordinanza ripristineremo la normale viabilità come sempre è stata disciplinata.

Di seguito è possibile consultare l'ordinanza.

Ordinanza n°6 del 26.03.2020

Vorrei concludere con l'invito a restare a casa, osservare questa importante precauzione evita il contagio da COVID-19 e non permette la sua diffusione anche sulla nostra isola.

Cordiali Saluti

Com.te Polizia Municipale

Cap. GALLI Roberto

di seguito viene pubblicato il COMUNICATO ALLA POPOLAZIONE per informarla della situazione COVID-19.

Comunicato alla popolazione del 29.03.2020

di seguito viene pubblicato il COMUNICATO ALLA POPOLAZIONE per informarla della situazione COVID-19.

Comunicato alla popolazione del 28.03.2020

di seguito viene pubblicato il COMUNICATO ALLA POPOLAZIONE per informarla della situazione COVID-19.

Comunicato alla popolazione del 27.03.2020

di seguito viene pubblicato il COMUNICATO ALLA POPOLAZIONE per informarla della situazione COVID-19.

Comunicato alla popolazione del 26.03.2020

di seguito viene pubblicato il COMUNICATO ALLA POPOLAZIONE per informarla della situazione COVID-19.

Comunicato alla popolazione del 25.03.2020

di seguito viene pubblicato il COMUNICATO ALLA POPOLAZIONE per informarla della situazione COVID-19.

Comunicato alla popolazione del 24.03.2020

L'Assessore Rossi, nel seguente comunicato illustra la progettazione turistica con un augurio di buona salute e coraggio 

Comunicato stampa Assessorato al Turismo

EMERGENZA COVID-19 - #RESTATEACASA

+++ AVVISO ALLA POPOLAZIONE +++

Al fine di contrastare il diffondersi dell’emergenza EPIDEMIOLOGICA da COVID-19, tutte le persone in ENTRATA IN ITALIA, in particolar modo I RESIDENTI di ISOLA DEL GIGLIO e GIANNUTRI, SONO OBBLIGATI a COMUNICARE IMMEDIATAMENTE il proprio ingresso in ITALIA al DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DELL'AZIENDA SANITARIA competente per territorio, e sono sottoposte alla SORVEGLIANZA SANITARIA e ALL'ISOLAMENTO FIDUCIARIO per un PERIODO di QUATTORDICI GIORNI. In caso di insorgenza di SINTOMI COVID-19, sono OBBLIGATE a segnalare tale situazione con tempestivi all’ AUTORITÀ SANITARIA per il tramite dei numeri telefonici appositamente dedicati.

 

I Cittadini TUTTI sono invitati a COLLABORARE con le FORZE DELL’ORDINE che VIGILERANNO sui possibili trasgressori.

numeri utili AUSL Toscanasudest

Il COC-Unità di Crisi ha fatto il punto dell’emergenza e tutti i componenti, in relazione alla situazione che si è delineata, al fine di permettere un controllo più serrato dei flussi da e per l’isola, pur garantendo i servizi mini indispensabili, hanno deciso di adottate MISURE PIÙ RESTRITTIVE PER I COLLEGAMENTI MARITTIMI.

E’ stato ribadito che non sarà possibile, per i cittadini non residenti, RAGGIUNGERE LE LORO SECONDE CASE perché le ragioni del trasferimento NON RISPONDONO al DPCM 9.3.2020 e conseguenti atti regionali.

E’ raccomandato inoltre, a coloro che stazionano sulle due isole, di evitare le uscite sulla terraferma se non per motivi di lavoro, salute (urgenza) e necessità. Qualora fosse possibile, anche per questi motivi, rinunciare è consigliato farlo senza se e senza ma. Non escludiamo una ulteriore informativa che riguarderà i traghetti.

Orari Traghetti in vigore dal 17 marzo 2020

 

Si riunirà a breve il COC (Centro Operativo Comunale) - Unità di Crisi, presieduto dal Sindaco Ortelli, per discutere delle nuove e stringenti norme decise ieri sera dal Governo.
Nuove misure, valide fino al 25 marzo in tutta Italia, per la lotta alla diffusione del contagio del Coronavirus.
Bar, ristoranti e negozi resteranno chiusi su tutto il territorio nazionale, ad eccezione di alimentari e farmacie. L’annuncio è del premier Giuseppe Conte che ha firmato ieri sera un nuovo DPCM. Garantiti i servizi essenziali (banche e poste) e trasporti; fabbriche aperte ma con misure di sicurezza. “Tra due settimane vedremo i primi effetti”, spiega Conte. Borrelli: 10.590 contagiati, 1.045 guariti e 827 decessi. Per l’Oms ora “è pandemia”.
“Nominato un commissario: Domenico Arcuri”
Sarà nominato anche un commissario responsabile per le strutture sanitarie con ampi poteri di deroga, per rafforzare la produzione di attrezzature e sopperire anche alle carenze. Si tratta di Domenico Arcuri, a.d .di Invitalia, e si coordinerà con il Capo Dipartimento della Protezione Civile Borrelli.
“Chiusi reparti aziendali non indispensabili”
“Chiudono i servizi di mensa che non garantiscono la distanza di un metro di sicurezza. Restano chiusi i reparti aziendali non indispensabili per la produzione: le industrie e fabbriche potranno continuare a svolgere le proprie attività produttive a condizione che assumano misure di sicurezza adeguate ad evitare il contagio. Si incentiva la regolazione di turni di lavoro, ferie anticipate, chiusura dei reparti non indispensabili”, annuncia Conte.
“Saranno garantite attività agro-alimentari”
“Saranno garantite, nel rispetto della normativa igienico-sanitaria, le attività del settore agricolo, zootecnico, di trasformazione agroalimentare e le filiere che offrono beni e servizi rispetto a queste attività”.
“Idraulici, benzina, meccanici, artigiani aperti”
Idraulici, meccanici, pompe di benzina resteranno aperti. Anche gli artigiani potranno lavorare. Sono tutti considerati servizi essenziali. Aperte anche edicole, tabaccai e stampatori.
Possibili riduzioni bus, treni e voli
Saranno possibili anche riduzioni del trasporto pubblico locale, compresi i taxi, ma anche di treni, aerei e trasporti marittimi. I governatori potranno “disporre la programmazione del trasporto locale, anche non di linea per contenere l’emergenza coronavirus “sulla base delle effettive esigenze” e per “assicurare i servizi minimi essenziali”. Lo stesso potrà fare il ministero dei Trasporti sui “servizi automobilistici interregionali e di trasporto ferroviario, aereo e marittimo”.

Pagina 1 di 13

Scenari dell'Isola del Giglio

SOCIAL HUB

Vai all'inizio della pagina